Scritti inediti e consigli per gli autori
 

DALLE NAVATE DEGLI ALBERI GERMOGLIANTI

DOMACCIA 20 Set 2017 09:37
…Dalle navate degli alberi germoglianti
( si stendevano belle e lucenti
nei lunghi giorni perfetti)
si arrivava alla tacita linea di acqua,
l’innominata acqua scura,
un assoluto solitario
quasi sotto l’orlo angusto…
Dopo il crepuscolo azzurro
la notte era molto tranquilla,
e quei morti intorno a lei
– nella loro innominata carne ferita–
erano sostanziali misurati e preziosi
capaci di movimenti lenti e terribili.
Tra sofisticherie e sottigliezze teologiche
lei aveva una espressione di fredda
– e pensosa- riservatezza,
nelle possessioni- tutte sue-
( e dopo il macello geometrico)…
Tutto l’incesso
per quella strada ardente
era astratto e scabro
come la camera dei suicidi in un albergo
e il cielo si era rannuvolato intanto,
striato dai cardati fili colore di seppia,
che erano sul punto di precipitare.

DOMACCIA
Soviet_Mario 20 Set 2017 21:36
Il 20/09/2017 09:37, DOMACCIA ha scritto:
> …Dalle navate degli alberi germoglianti
> ( si stendevano belle e lucenti
> nei lunghi giorni perfetti)
> si arrivava alla tacita linea di acqua,
> l’innominata acqua scura,
> un assoluto solitario
> quasi sotto l’orlo angusto…

che bello, molto "Elfico"

> Dopo il crepuscolo azzurro
> la notte era molto tranquilla,
> e quei morti intorno a lei

cesura drastica, di quelle che nei film horror ti fanno
sobbalzare poco dopo che hai tirato il fiato

> – nella loro innominata carne ferita–
> erano sostanziali misurati e preziosi

"sostanziale" mi resta criptico (e tra l'altro, penso che
strida fortemente col registro vago, è una parola imho
estranea al resto dello scenario, tecnica o burocratica, cmq
pesante). Anche "misurati" non ho compreso se sia un
aggettivo (tipo sobri, controllati) o un predicato nel senso
di "venivano o erano stati misurati". Nel primo caso non
capisco, nel secondo ... manco :)
Ma poi è riferito ai cadaveri o a altro ?

> capaci di movimenti lenti e terribili.
******* :) Questa cosa invece mi evoca immagini di cadaveri
che si muovono perché rigonfi di vermi e insetti
sottocutanei che li increspano (più che di veri e propri zombie)

> Tra sofisticherie e sottigliezze teologiche
> lei aveva una espressione di fredda
> – e pensosa- riservatezza,
> nelle possessioni- tutte sue-
> ( e dopo il macello geometrico)…

trattasi di cerimoniale ?

> Tutto l’incesso

ammetto di non conoscere la parola :\
per caso è una sorta di alias-sostantivo per il verbo (e
sostantivo) incedere ?
Ha un suono tipo meno solenne e più cupo, tipo "incenso" o
"decesso", non so se sia voluto (qualcuno più grezzo
potrebbe trovare ulteriori assonanze, lol :) eh eh he).
Se significa altro, boh : spiega tu.

> per quella strada ardente
> era astratto e scabro
> come la camera dei suicidi in un albergo
> e il cielo si era rannuvolato intanto,
> striato dai cardati fili colore di seppia,

bell'immagine, per nuvolaglia ...

> che erano sul punto di precipitare.

... che incombe minacciosa.

molto piaciuto, alla prima lettura più che alle successive
(la prima è stata saltellante e viscerale, le altre in
debug-mode).

Cmq ... sei ancora dell'idea di cimentarti di nuovo nella
prosa ? Se si, procede / procedono ? Qualche boccone
d'assaggio ?
Sempre che non sia destinata alla vendita, s'intende.
ciao cara
ah ... ammetto di avere spizzato il tuo profilo FB :\ ma ho
visto che non metti niente degli scritti dell'alter-ego

>
> DOMACCIA
>


--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
DOMACCIA 22 Set 2017 16:38
il tuo intervento, le tue annotazioni valgono unicamente per te

e invece non le trovo in alcun modo pertinenti al mio testo

inoltre tu svisceri e spezzetti ( e interpreti tutto secondo tuo sentire Horror
o elfico tendenza che- torno a ripetere- è solo e unicamente tua e con cui io
nulla a che fare )a tal punto che della mia poesia e del suo possibile
significato non rimane nulla di nulla

quindi no comment definitivo
>
> che bello, molto "Elfico"
>
>> Dopo il crepuscolo azzurro
>> la notte era molto tranquilla,
>> e quei morti intorno a lei
>
> cesura drastica, di quelle che nei film horror ti fanno
> sobbalzare poco dopo che hai tirato il fiato
>
>> – nella loro innominata carne ferita–
>> erano sostanziali misurati e preziosi
>
> "sostanziale" mi resta criptico (e tra l'altro, penso che
> strida fortemente col registro vago, è una parola imho
> estranea al resto dello scenario, tecnica o burocratica, cmq
> pesante). Anche "misurati" non ho compreso se sia un
> aggettivo (tipo sobri, controllati) o un predicato nel senso
> di "venivano o erano stati misurati". Nel primo caso non
> capisco, nel secondo ... manco :)
> Ma poi è riferito ai cadaveri o a altro ?
>
>> capaci di movimenti lenti e terribili.
>
> ******* :) Questa cosa invece mi evoca immagini di cadaveri
> che si muovono perché rigonfi di vermi e insetti
> sottocutanei che li increspano (più che di veri e propri zombie)
>
>> Tra sofisticherie e sottigliezze teologiche
>> lei aveva una espressione di fredda
>> – e pensosa- riservatezza,
>> nelle possessioni- tutte sue-
>> ( e dopo il macello geometrico)…
>
> trattasi di cerimoniale ?
>
>> Tutto l’incesso
>
> ammetto di non conoscere la parola :\
> per caso è una sorta di alias-sostantivo per il verbo (e
> sostantivo) incedere ?
> Ha un suono tipo meno solenne e più cupo, tipo "incenso" o
> "decesso", non so se sia voluto (qualcuno più grezzo
> potrebbe trovare ulteriori assonanze, lol :) eh eh he).
> Se significa altro, boh : spiega tu.
>
>> per quella strada ardente
>> era astratto e scabro
>> come la camera dei suicidi in un albergo
>> e il cielo si era rannuvolato intanto,
>> striato dai cardati fili colore di seppia,
>
> bell'immagine, per nuvolaglia ...
>
>> che erano sul punto di precipitare.
>
> ... che incombe minacciosa.
>
> molto piaciuto, alla prima lettura più che alle successive
> (la prima è stata saltellante e viscerale, le altre in
> debug-mode).
>
> Cmq ... sei ancora dell'idea di cimentarti di nuovo nella
> prosa ? Se si, procede / procedono ? Qualche boccone
> d'assaggio ?
> Sempre che non sia destinata alla vendita, s'intende.
> ciao cara
> ah ... ammetto di avere spizzato il tuo profilo FB :\ ma ho
> visto che non metti niente degli scritti dell'alter-ego
>
>>
>> DOMACCIA
>>
>
>
> --
> 1) Resistere, resistere, resistere.
> 2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
> Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
Soviet_Mario 22 Set 2017 20:09
Il 22/09/2017 16:38, DOMACCIA ha scritto:
> il tuo intervento, le tue annotazioni valgono unicamente per te

beh sono solo impressioni dopotutto, non hanno né pretendono
di avere alcunché di oggettivo.

>
> e invece non le trovo in alcun modo pertinenti al mio testo

eh ... e questo vale per te :)

>
> inoltre tu svisceri e spezzetti

dipende dal testo che leggo, se lo comprendo
sufficientemente con una sola lettura, magari sommaria, non
lo faccio.
Passo automaticamente ad una modalità più *****itica soltanto
sui testi in cui vari punti mi rimangono oscuri. Mi pare
normale, non denota nessuna cattiva volontà o ipercriticità.

> ( e interpreti tutto secondo tuo sentire Horror o elfico

dissento, questa è una forzatura.
Al di là dei miei gusti personali, le sensazioni ricevute
non sono una "scelta" o un criterio prospettico
arbitrariamente scelto.
Vedo le immagini, e mi suscitano reazioni, tutto qua.
Se le reazioni suscitata deviano molto da quelle che
potevano essere le intenzioni, ci possono essere varie
spiegazioni.
Una è che il lettore è strutturalmente inadatto a recepire
il dato testo.
O un'altra opzione che non suggerisco e lascio a te
decidere. Come pure in che misura possano anche valere entrambe.

> tendenza che- torno a ripetere- è solo e unicamente tua e con cui io nulla a
che fare )

va bene, sarà ... ma c'è forse qualcosa di cui offendersi ?
Non avevo alcuna volontà né critica né offensiva, manco
lontanamente.
Così come ora non ho voglia di polemizzare.

> a tal punto che della mia poesia e del suo possibile significato non rimane
nulla di nulla

prendo atto.
In effetti le domande che ho posto, volevano esattamente
servire a migliorare la comprensione (mia ovviamente) di
quel significato che volevi veicolare.
Magari ho equivocato anche altro, ma senza rendermene molto
conto.

>
> quindi no comment definitivo

Che dirti, se preferisci mi asterrò dal commentare i tuoi
scritti, per quanto non abbia (avuto) alcuno spirito
negativo nel farlo.
Altre volte in precedenza (forse lo facesti per mera
diplomazia, anche se non mi parve) paresti contenta della
lettura e dei commenti, che non erano sostanzialmente
diversi dal presente. Forse la persistenza di reazioni
simili ti è venuta a noia, boh.
Cmq se non ti fa piacere riceverne, basta che scrivi :
<<dacci un taglio>>, e verrai accontentata senza ulteriori
resistenze.
Insomma, tipo il servizio UNSUBSCRIBE commenti_Soviet_Mario.
Leggo solamente e bon, finita lì.

(mi resta quella curiosità sull'incesso ... lol)

--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
Cirano 22 Set 2017 23:52
DOMACCIA <dominica.thedeepblue@gmail.com> ha scritto:


> la notte era molto tranquilla,

ma quando mai...
e' una contraddizione di tutto quel che viene dopo


--
Cirano

"Tu dirai a che pro ti dico questo?
mettiamola cosi' e' un appunto."
rimuda su IAS 01.04.2016
danca (Daniele Campagna) 30 Set 2017 09:18
Il 09/20/2017 09:37 AM, DOMACCIA ha scritto:
> …Dalle navate degli alberi germoglianti

E non la volevo leggere, mannaggia. Ma poi ho ceduto.

> capaci di movimenti lenti e terribili.

Questo mi ha fatto venire in mente un morto affogato, buttato in un lago
con i piedi legati a un masso, mosso dolcemente dalla corrente, o dalle
onde, come una macabra creatura algale. Brr. Hai presente il film "The
Gift"? Una cosa così.

Quando leggo una tua poesia mi viene sempre la stessa ambientazione:
visualizzo la riva di un lago di sera, il cielo incendiato da un
tramonto da cartolina, tutte le forme nere, tra cui alberi scheletriti
che si stagliano contro lo sfondo rosso fuoco. Una donna, sola, che
tende una mano verso il lago, una sagoma nera come tutte le altre forme
circostanti, probabilmente vegetazione. C'è un gran silenzio e io ho
l'esatta sensazione che quel paesaggio non è terrestre, chissà da dove
viene. Un quadro tipo quelle illustrazioni di Karel Thole sulla
copertina di "Urania", alcune erano davvero stupende.

Deve essere un rimasuglio di una tua poesia precedente, parlava appunto
di un cielo scarlatteggiante, una donna, alberi ******* e contorti. O
almeno questa è l'immagine che me ne è restata.

Ribadisco che mi piacciono i frammenti immaginifici ed evocativi del tuo
scrivere, anche se parecchie cose mi sfuggono [più o meno le stesse del
buon Soviet :-) ].

A rileggerti

Dan
--
"Everybody should pay taxes with a smile"
I tried, but they want money.
DOMACCIA 13 Ott 2017 18:45
>
> E non la volevo leggere, mannaggia. Ma poi ho ceduto.

in effetti è così tante persone me lo hanno già detto: non vorrebbero, e poi
ci ricascono come "irretiti"( strano ehh
>
>> capaci di movimenti lenti e terribili.
>
> Questo mi ha fatto venire in mente un morto affogato, buttato in un lago
> con i piedi legati a un masso, mosso dolcemente dalla corrente, o dalle
> onde, come una macabra creatura algale. Brr. Hai presente il film "The
> Gift"? Una cosa così.
>
> Quando leggo una tua poesia mi viene sempre la stessa ambientazione:
> visualizzo la riva di un lago di sera, il cielo incendiato da un
> tramonto da cartolina, tutte le forme nere, tra cui alberi scheletriti
> che si stagliano contro lo sfondo rosso fuoco. Una donna, sola, che
> tende una mano verso il lago, una sagoma nera come tutte le altre forme
> circostanti, probabilmente vegetazione. C'è un gran silenzio e io ho
> l'esatta sensazione che quel paesaggio non è terrestre,

magari è proprio e solo terrestre , dopotutto

chissà da dove
> viene. Un quadro tipo quelle illustrazioni di Karel Thole sulla
> copertina di "Urania", alcune erano davvero stupende.
>
> Deve essere un rimasuglio di una tua poesia precedente, parlava appunto
> di un cielo scarlatteggiante, una donna, alberi ******* e contorti. O
> almeno questa è l'immagine che me ne è restata.

in effetti i termini che usi possono essere ritrovati
>
> Ribadisco che mi piacciono i frammenti immaginifici ed evocativi del tuo
> scrivere,

grazie di non avere -erroneamente del resto-accennato a cose troppo horror, non
sono mie, non mi si confanno in alcun modo, la mia è una visione unicamente
tragica( fatevene una ragione:-))

anche se parecchie cose mi sfuggono [più o meno le stesse del
> buon Soviet :-) ].
>
> A rileggerti
>
> Dan
> --
> "Everybody should pay taxes with a smile"
> I tried, but they want money.
Soviet_Mario 14 Ott 2017 12:22
Il 13/10/2017 18:45, DOMACCIA ha scritto:
> grazie di non avere -erroneamente del resto-accennato a cose troppo horror,
non sono mie, non mi si confanno in alcun modo, la mia è una visione unicamente
tragica( fatevene una ragione:-))
>

quando il tragico si mescola al macabro, l'horror scaturisce
volente o nolente (fattene una ragione :))

Che poi horror non è un inZulto, c'è horror e horror, dallo
splatter grossolano allo psicologico-allusivo più sottile
passando per mille sfumature intermedie.
Imho la tragedia sconfina e si sovrappone all'horror quando
investe il piano "fisico".
Per dire : le esecuzioni in diretta dell'ISIS sono
sicuramente tragiche, ma anche a pieno titolo horror (e
splatter pure).
Non so donde venga questa horror-fobia, in effetti.

--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Scritti inediti e consigli per gli autori | Tutti i gruppi | it.arti.scrivere | Notizie e discussioni scrivere | Scrivere Mobile | Servizio di consultazione news.