Scritti inediti e consigli per gli autori
 

L'ultima Osteria

hastridmodifica 26 Giu 2017 23:04
Fino a un mese fa l'Osteria c'era ancora ed era rassicurante, viveva, e ogni
volta che passavo di lì guardavo dentro ed era tutto in penombra, e c'erano i
soliti 4 o 5 al banco e anche loro valevan la pena. Al mattino presto non c'era
nessuno.
La proprietaria vecchia e la nipote. La proprietaria stava spesso fuori in riva
al bar, braccia conserte. Io ci ho la passione per il vecchiume e lo
squallore,io ci trovo il fascino e il mistero.
Ma non sono mai entrata nell'Osteria, e ho lasciato cadere l'occasione anche
quando il marito di mia sorella ha dovuto entrarci. Sapendo il mio debole senza
però conoscerlo, egli mi disse - dai, entra -

Quando ero di buon umore e passavo di lì, mi auguravo che non la cedessero mai,
che restasse l'Osteria di sempre, perchè c'è gente che vuole sempre rinnovare,
magari dei cinesi laboriosi che vogliono aprire qualche strana attività. Che
pena immaginare che l'Osteria venisse demolita! Però non avrei mai immaginato
che la vecchia proprietaria morisse per un raffreddore e che la nipote chiudesse
tutto e se ne andasse chissà dove nel giro di poco. Tutto questo mi ha colta
impreparatA, e se non fossi genitrice di me stessa cadrei in una gravissima
nostalgia di quelle che non portano niente di buono.

Bisognerebbe essere in grado di scriverle certe emozioni o perlomeno tradurle
chiaramente in testa, sia quel che sia. La vecchia c'era, e poi mi hanno detto
tra parentesi che era morta, ed è stato come una morte sbagliata, tanto per
farla, ma con superficialità e non veritiera. Questa non è morta con la scusa
che era vecchia, è morta per opportunità. Ogni tanto la vedevo con la testa
piena di boccoletti corti e una macchia rossa sul collo, la prova di una messa
in piega con bigodini piccoli e asciugatura sotto un casco rovente.

Non c'entrava niente con la morte, Le era lontanissima.

L'Osteria aveva una brutta reputazione, c'erano i topi. E poi non tenevano più
neanche il caffè, solo vinello e birra. Ricordo un cliente affezionato di età
me*****alta che c'era ogni pomeriggio e d'estate portava ciabatte in cuoio come
usavano negli anni 50 e che calzava anche Libero (si chiamava così ed è stata
la mia prima cottarella, avevo 6 anni e lui 45, e a sedurmi furono proprio
quelle ciabatte in cuoio. Lui si accorse che lo guardavo e lo ammiravo, e una
volta mi disse, perchè mi guardi così bambina? Forse i tuoi genitori parlano
male di me? Io mi sentii morire e dissi, no, non la stavo guardando. Ahh no?
e poi andò via. Mi sentii rifiutata, incapace, stupida, puzzolente, non trovavo
più il senso di niente ora che non avrei più potuto guardarlo. Ma cosa sto a
tirare fuori?! se mi legge DOMACCIA squote la testa) e poi aveva i capelli
lucidi di brillantina. Quei clienti sembravano usciti da una realtà diversa,
però una realtà da considerare. Insomma, l'Osteria non c'è più.
Soviet_Mario 6 Lug 2017 22:41
On 26/06/2017 23.04, hastridmodifica wrote:

è un po' che volevo leggere ...

> Fino a un mese fa l'Osteria c'era ancora ed era rassicurante, viveva, e ogni
volta che passavo di lì guardavo dentro ed era tutto in penombra, e c'erano i
soliti 4 o 5 al banco e anche loro valevan la pena. Al mattino presto non c'era
nessuno.
> La proprietaria vecchia e la nipote. La proprietaria stava spesso fuori in
riva al bar, braccia conserte. Io ci ho la passione per il vecchiume e lo
squallore,io ci trovo il fascino e il mistero.
> Ma non sono mai entrata nell'Osteria, e ho lasciato cadere l'occasione anche
quando il marito di mia sorella ha dovuto entrarci. Sapendo il mio debole senza
però conoscerlo, egli mi disse - dai, entra -
>
> Quando ero di buon umore e passavo di lì, mi auguravo che non la cedessero
mai, che restasse l'Osteria di sempre, perchè c'è gente che vuole sempre
rinnovare, magari dei cinesi laboriosi che vogliono aprire qualche strana
attività. Che pena immaginare che l'Osteria venisse demolita! Però non avrei
mai immaginato che la vecchia proprietaria morisse per un raffreddore e che la
nipote chiudesse tutto e se ne andasse chissà dove nel giro di poco. Tutto
questo mi ha colta impreparatA, e se non fossi genitrice di me stessa cadrei in
una gravissima nostalgia di quelle che non portano niente di buono.
>
> Bisognerebbe essere in grado di scriverle certe emozioni o perlomeno
tradurle chiaramente in testa, sia quel che sia. La vecchia c'era, e poi mi
hanno detto tra parentesi che era morta, ed è

questa espressione è molto oscura ... che significa "dire
tra parentesi" ?

> stato come una morte sbagliata, tanto per farla, ma con superficialità e non
veritiera. Questa non è morta con la scusa che era vecchia, è morta per
opportunità. Ogni tanto la vedevo con la testa piena di boccoletti corti e una
macchia rossa sul collo, la prova di una messa in piega con bigodini piccoli e
asciugatura sotto un casco rovente.
>
> Non c'entrava niente con la morte, Le era lontanissima.
>
> L'Osteria aveva una brutta reputazione, c'erano i topi. E poi non tenevano
più neanche il caffè, solo vinello e birra. Ricordo un cliente affezionato di
età me*****alta che c'era ogni pomeriggio e d'estate portava ciabatte in cuoio
come usavano negli anni 50 e che calzava anche Libero (si chiamava così ed è
stata la mia prima cottarella, avevo 6 anni e lui 45, e a sedurmi furono proprio
quelle ciabatte in cuoio. Lui si accorse che lo guardavo e lo ammiravo, e una
volta mi disse, perchè mi guardi così bambina? Forse i tuoi genitori parlano
male di me? Io mi sentii morire e dissi, no, non la stavo guardando. Ahh no?
> e poi andò via. Mi sentii rifiutata, incapace, stupida, puzzolente, non
trovavo più il senso di niente ora che non avrei più potuto guardarlo. Ma cosa
sto a tirare fuori?! se mi legge DOMACCIA squote la testa) e poi aveva i capelli
lucidi di brillantina. Quei clienti sembravano usciti da una realtà diversa,
però una realtà da considerare. Insomma, l'Osteria non c'è più.


beh, del materiale c'è. Però imho ti devi decidere se scrivi
in fondo solo per te stessa (cosa assolutamente legittima
ovviamente) o anche per gli altri, nel qual caso, sempre
imho, a un po' di auto-indulgenza formale devi rinunciare e
scarnire un po' il gergale colloquiale. L'effetto riesce
anche con dosi non da cavallo di gergalità.
Nel complesso mi è piaciuto, perché ero curioso di capire
come evolveva

>
>
>
>
>


--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
hastridmodifica 8 Lug 2017 00:07
Il giorno lunedì 26 giugno 2017 23:04:21 UTC+2, hastridmodifica ha scritto:
> Fino a un mese fa l'Osteria c'era ancora ed era rassicurante, viveva, e ogni
volta che passavo di lì guardavo dentro ed era tutto in penombra, e c'erano i
soliti 4 o 5 al banco e anche loro valevan la pena. Al mattino presto non c'era
nessuno.
> La proprietaria vecchia e la nipote. La proprietaria stava spesso fuori in
riva al bar, braccia conserte. Io ci ho la passione per il vecchiume e lo
squallore,io ci trovo il fascino e il mistero.
> Ma non sono mai entrata nell'Osteria, e ho lasciato cadere l'occasione anche
quando il marito di mia sorella ha dovuto entrarci. Sapendo il mio debole senza
però conoscerlo, egli mi disse - dai, entra -
>
> Quando ero di buon umore e passavo di lì, mi auguravo che non la cedessero
mai, che restasse l'Osteria di sempre, perchè c'è gente che vuole sempre
rinnovare, magari dei cinesi laboriosi che vogliono aprire qualche strana
attività. Che pena immaginare che l'Osteria venisse demolita! Però non avrei
mai immaginato che la vecchia proprietaria morisse per un raffreddore e che la
nipote chiudesse tutto e se ne andasse chissà dove nel giro di poco. Tutto
questo mi ha colta impreparatA, e se non fossi genitrice di me stessa cadrei in
una gravissima nostalgia di quelle che non portano niente di buono.
>
> Bisognerebbe essere in grado di scriverle certe emozioni o perlomeno tradurle
chiaramente in testa, sia quel che sia. La vecchia c'era, e poi mi hanno detto
tra parentesi che era morta, ed è stato come una morte sbagliata, tanto per
farla, ma con superficialità e non veritiera. Questa non è morta con la scusa
che era vecchia, è morta per opportunità. Ogni tanto la vedevo con la testa
piena di boccoletti corti e una macchia rossa sul collo, la prova di una messa
in piega con bigodini piccoli e asciugatura sotto un casco rovente.
>
> Non c'entrava niente con la morte, Le era lontanissima.
>
> L'Osteria aveva una brutta reputazione, c'erano i topi. E poi non tenevano
più neanche il caffè, solo vinello e birra. Ricordo un cliente affezionato di
età me*****alta che c'era ogni pomeriggio e d'estate portava ciabatte in cuoio
come usavano negli anni 50 e che calzava anche Libero (si chiamava così ed è
stata la mia prima cottarella, avevo 6 anni e lui 45, e a sedurmi furono proprio
quelle ciabatte in cuoio. Lui si accorse che lo guardavo e lo ammiravo, e una
volta mi disse, perchè mi guardi così bambina? Forse i tuoi genitori parlano
male di me? Io mi sentii morire e dissi, no, non la stavo guardando. Ahh no?
> e poi andò via. Mi sentii rifiutata, incapace, stupida, puzzolente, non
trovavo più il senso di niente ora che non avrei più potuto guardarlo. Ma cosa
sto a tirare fuori?! se mi legge DOMACCIA squote la testa) e poi aveva i capelli
lucidi di brillantina. Quei clienti sembravano usciti da una realtà diversa,
però una realtà da considerare. Insomma, l'Osteria non c'è più.

grazie Soviet, questa l'avevo scritta per me, però anche se l'avessi scritta
per il gruppo non sarebbe cambiato niente. Ho dato quello che avevo e mi sono
divertita a scrivere, come sempre.
ciao e buonanotte :-)
costante 8 Lug 2017 16:29
Bene, quando la scrittura è solo divertimento. E lo si riconosce.
> grazie Soviet, questa l'avevo scritta per me, però anche se l'avessi scritta
per il gruppo non sarebbe cambiato niente. Ho dato quello che avevo e mi sono
divertita a scrivere, come sempre.
> ciao e buonanotte :-)

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Scritti inediti e consigli per gli autori | Tutti i gruppi | it.arti.scrivere | Notizie e discussioni scrivere | Scrivere Mobile | Servizio di consultazione news.