Scritti inediti e consigli per gli autori
 

La storia del vento

pecco 31 Mag 2017 20:28
Tanti, tanti anni fa, quando gli uomini vivevano ancora nelle caverne, il Vento
venne ad abitare fra loro. Lo fece per aiutarli nei loro compiti (visto che
erano alle prime armi) e per dimostrare a sua sorella, la Pioggia, a seguito di
una discussione tra loro intercorsa, quanto fosse importante fare qualcosa per
gli altri scendendo dal proprio piedistallo.
Prese dunque le sembianze umane, o meglio scimmiesche, in modo da non farsi
riconoscere, e anch'esso si diede alle attività primordiali, come cacciare,
ripararsi, incidere le pareti con graffiti.
Ma di quello che il Vento faceva non restava mai traccia: nessuno può
modificare del tutto la propria natura.
Così gli altri uomini ebbero assieme paura, diffidenza e anche una sorta di
ammirazione nei suoi confronti, come fosse una sorta di Messia ante litteram.
Con schiamazzi (quasi dei grugniti) e urla (o meglio urli) cercarono di
scacciarlo, ma il Vento non voleva ammettere la propria sconfitta...
Solo quando si rese conto che neanche nella preistoria del mondo (oltre che, col
senno del poi, nella storia) c'era posto per la riconoscenza riprese le sue
sembianze e soffiando forte fece crollare i primi abbozzi di capanne con cui gli
umani si stavano cimentando. Quest'azione, finalmente, fu efficace e visibile,
e, seppur negativa, diede agli uomini la misura della forza del Vento.
Da allora la diffidenza si tramutò in rispetto e la paura in venerazione, e il
Vento poté tornare nel suo mondo con la soddisfazione, almeno, di aver
insegnato agli uomini a guardare oltre. Purtroppo, però, come poi sarebbe
successo in futuro il più delle volte, solo grazie alle maniere forti...
Cirano 28 Lug 2017 12:29
pecco <pfmaiuri@gmail.com> ha scritto:

> Tanti, tanti anni fa, quando gli uomini vivevano ancora nelle caverne, il
> Vento venne ad abitare fra loro.

Se non e' Buzzati (il segreto del bosco vecchio) poco ci manca. :-)


--
Cirano
Riccardomustodario 13 Ago 2017 11:13
On Friday, July 28, 2017 at 11:29:46 AM UTC+1, Cirano wrote:
> pecco <pfmaiuri@gmail.com> ha scritto:
>
>> Tanti, tanti anni fa, quando gli uomini vivevano ancora nelle caverne, il
>> Vento venne ad abitare fra loro.
>
> Se non e' Buzzati (il segreto del bosco vecchio) poco ci manca. :-)
>
>
> --
> Cirano

non lo sapevo; infatti mi è piaciuto e stavo meditando su quel " oltre "
finale, altrimenti sarebbe Non Essere, quindi cessata la sua azione, il vento
deve tornare da dove proviene; per gli antichi greci non c'è oltre ... tomba.
Ma c'è pure Babilonia, non solo Atene - ah - ecco il caos del mondo antico.

--
ciak
riccardo
Cirano 14 Ago 2017 16:14
Riccardomustodario <riccardosensazioni@gmail.com> ha scritto:

>
> Ma c'Ú pure Babilonia, non solo Atene - ah - ecco il caos del mondo
> antico.
>
scusa ma questo e' proprio il bue che dice cornuto all'asino...


--
Cirano

"Tu dirai a che pro ti dico questo?
mettiamola cosi' e' un appunto."
rimuda su IAS 01.04.2016
Riccardomustodario 18 Ago 2017 13:45
On Monday, August 14, 2017 at 3:14:46 PM UTC+1, Cirano wrote:
> Riccardomustodario <riccardosensazioni@gmail.com> ha scritto:
>
>>
>> Ma c'Ú pure Babilonia, non solo Atene - ah - ecco il caos del mondo
>> antico.
>>
> scusa ma questo e' proprio il bue che dice cornuto all'asino...
>

caos del mondo antico cui ancora non riusciamo a liberarci, nonostante la
chiarezza di " Titolto "

--
ciak
riccardo

>
> --
> Cirano
>
> "Tu dirai a che pro ti dico questo?
> mettiamola cosi' e' un appunto."
> rimuda su IAS 01.04.2016
Riccardomustodario 18 Ago 2017 14:00
On Friday, August 18, 2017 at 12:45:34 PM UTC+1, Riccardomustodario wrote:
> On Monday, August 14, 2017 at 3:14:46 PM UTC+1, Cirano wrote:
>> Riccardomustodario <riccardosensazioni@gmail.com> ha scritto:
>>
>>>
>>> Ma c'Ú pure Babilonia, non solo Atene - ah - ecco il caos del mondo
>>> antico.
>>>
>> scusa ma questo e' proprio il bue che dice cornuto all'asino...
scu' non comprende

Chiarezza il Fatto stACE così:
la lettura del paragrafo di pecco mi ha ricordato il mito della caverna di
Platone, il piedistallo sul quale poggiano le forme ovvero le copie che hai
citato tu, copia di un'altra copia.
Atene la dotta era ed è ancora lì, mentre Babilonia risultava già crollata
sotto i colpi del ... vento, ma anche no, del malcostume, della corruzione,
della libidine evvai aggiungi ciò che vuoi; alla fine semplicemente sotto i
colpi del vento, di quel vento che fa moda, trasformando in un batter di ciglia
usi e costumi, fino alla distruzione, fino all'insorgere della nuova era, della
nuova moda.
from rimuda Riccardomustodario Fashion Designer anni '80

--
ciak
riccardo






>
> --
> ciak
> riccardo
>
>>
>> --
>> Cirano
>>
>> "Tu dirai a che pro ti dico questo?
>> mettiamola cosi' e' un appunto."
>> rimuda su IAS 01.04.2016
Riccardomustodario 20 Ago 2017 09:23
On Friday, August 18, 2017 at 1:00:52 PM UTC+1, Riccardomustodario wrote:
> On Friday, August 18, 2017 at 12:45:34 PM UTC+1, Riccardomustodario wrote:
>> On Monday, August 14, 2017 at 3:14:46 PM UTC+1, Cirano wrote:
>>> Riccardomustodario <riccardosensazioni@gmail.com> ha scritto:
>>>
>>>>
>>>> Ma c'Ú pure Babilonia, non solo Atene - ah - ecco il caos del mondo
>>>> antico.
>>>>
>>> scusa ma questo e' proprio il bue che dice cornuto all'asino...
> scu' non comprende
>
> Chiarezza il Fatto stACE così:
> la lettura del paragrafo di pecco mi ha ricordato il mito della caverna di
Platone, il piedistallo sul quale poggiano le forme ovvero le copie che hai
citato tu, copia di un'altra copia.
> Atene la dotta era ed è ancora lì, mentre Babilonia risultava già crollata
sotto i colpi del ... vento, ma anche no, del malcostume, della corruzione,
della libidine evvai aggiungi ciò che vuoi; alla fine semplicemente sotto i
colpi del vento, di quel vento che fa moda, trasformando in un batter di ciglia
usi e costumi, fino alla distruzione, fino all'insorgere della nuova era, della
nuova moda.
> from rimuda Riccardomustodario Fashion Designer anni '80
>
> --
> ciak
> riccardo


Ah! Ah!
Potenza Nobel!
L'articolo succitato era venerdì.
ieri sabato, il Verona di quella ben nota ... di Giulietta, difendeva bene, poi
la palla è andata in rete spinta dal vento.
" pecco " del Triveneto, sappilo, non si copia!

--
ciak
riccardo



>
>
>
>
>
>
>>
>> --
>> ciak
>> riccardo
>>
>>>
>>> --
>>> Cirano
>>>
>>> "Tu dirai a che pro ti dico questo?
>>> mettiamola cosi' e' un appunto."
>>> rimuda su IAS 01.04.2016

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Scritti inediti e consigli per gli autori | Tutti i gruppi | it.arti.scrivere | Notizie e discussioni scrivere | Scrivere Mobile | Servizio di consultazione news.