Scritti inediti e consigli per gli autori
 

LE COLLINE SEMBRAVANO

DOMACCIA 28 Set 2015 11:16
Le colline sembravano ineluttabilmente velate
- da uno strato di sabbia-
in un ulteriore dimensione incontrollabile...

Col primo sole
(che suscita ombre azzurre come vene)
pareva esserci
un dilagamento nuovo:
viaggiatori di quei deserti immobilizzati
scoprivano- allora-realtà terribilmente materiali
come se andassero a vederli in quel loro marcitoio,
essi fiori miseri
che il sole sbiancava
- e in tutti quei loro letti inondati di acqua-
In quella luce il suo corpo affranto
( col viso rovesciato verso l'ombra)avrebbe destato pietà
come quello di un giustiziato:
in quell'ispezione quasi subacquea
( tra tendenze sofistiche
e errori di non causae
e di ignoratio elenchi)
ogni elemento le pareva
crudelmente ragionevole
-come fosse un qualche gesto
-di agonia perfetta..

DOMACCIA
DOMACCIA 20 Ott 2015 16:07
grazie per la lettura!!




Il giorno lunedì 28 settembre 2015 11:16:58 UTC+2, DOMACCIA ha scritto:
> Le colline sembravano ineluttabilmente velate
> - da uno strato di sabbia-
> in un ulteriore dimensione incontrollabile...
>
> Col primo sole
> (che suscita ombre azzurre come vene)
> pareva esserci
> un dilagamento nuovo:
> viaggiatori di quei deserti immobilizzati
> scoprivano- allora-realtà terribilmente materiali
> come se andassero a vederli in quel loro marcitoio,
> essi fiori miseri
> che il sole sbiancava
> - e in tutti quei loro letti inondati di acqua-
> In quella luce il suo corpo affranto
> ( col viso rovesciato verso l'ombra)avrebbe destato pietà
> come quello di un giustiziato:
> in quell'ispezione quasi subacquea
> ( tra tendenze sofistiche
> e errori di non causae
> e di ignoratio elenchi)
> ogni elemento le pareva
> crudelmente ragionevole
> -come fosse un qualche gesto
> -di agonia perfetta..
>
> DOMACCIA
Soviet_Mario 20 Ott 2015 17:53
Il 20/10/2015 16.07, DOMACCIA ha scritto:
> grazie per la lettura!!
>

prego :)
In realtà ti ho letta due volte e mezza, certo, ben lontano
dalla decina necessaria a poter esprimere un commento
pertinente. La shallitudine alla fine mi ha fatto suo

>
>
>
> Il giorno lunedì 28 settembre 2015 11:16:58 UTC+2, DOMACCIA ha scritto:
>> Le colline sembravano ineluttabilmente velate
>> - da uno strato di sabbia-
>> in un ulteriore dimensione incontrollabile...
>>
>> Col primo sole
>> (che suscita ombre azzurre come vene)
>> pareva esserci
>> un dilagamento nuovo:
>> viaggiatori di quei deserti immobilizzati
>> scoprivano- allora-realtà terribilmente materiali
>> come se andassero a vederli in quel loro marcitoio,
>> essi fiori miseri
>> che il sole sbiancava
>> - e in tutti quei loro letti inondati di acqua-
>> In quella luce il suo corpo affranto
>> ( col viso rovesciato verso l'ombra)avrebbe destato pietà
>> come quello di un giustiziato:
>> in quell'ispezione quasi subacquea
>> ( tra tendenze sofistiche
>> e errori di non causae
>> e di ignoratio elenchi)
>> ogni elemento le pareva
>> crudelmente ragionevole
>> -come fosse un qualche gesto
>> -di agonia perfetta..
>>
>> DOMACCIA
>


--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
danca (Daniele Campagna) 20 Ott 2015 21:27
Il 10/20/2015 04:07 PM, DOMACCIA ha scritto:
> grazie per la lettura!!
>
>
>
Ok l'ho letto.
Ma non so ancora cosa dire.
Dan

--
"Everybody should pay taxes with a smile"
I tried, but they want money.
DOMACCIA 23 Ott 2015 21:24
gentile e attento Soviet.. il mio tentativo di ringraziamento
era solo x movimentare, nn x obbligare a commenti( sia pure pertinenti:-))

del resto da qs gruppo ho avuto perfino un ke di "inaspettato" ben altro
rispetto a più rosee previsioni,,,,quindi anke il mio"grazie" alquanto generico
è rivolto a chi ha la "*****a" di leggermi....rimanendone "stordito"/( x me
considerazione cmq positiva:-)

un saluto a te, sempre presente!!
DOMACCIA 24 Ott 2015 11:30
Il giorno martedì 20 ottobre 2015 21:24:18 UTC+2, danca (Daniele Campagna) ha
scritto:
> Il 10/20/2015 04:07 PM, DOMACCIA ha scritto:
>> grazie per la lettura!!
>>
>>
>>
> Ok l'ho letto.
> Ma non so ancora cosa dire.

gentilissimo generoso( nel leggermi e già detto belle cose altre volte:-)che
non dimentico certo)Daniele hai già detto: anche "L'attonimento irrazionale
davanti a mio testo
lo considero l'esprimersi di sensazioni

grazie attenzione
> Dan
>
> --
> "Everybody should pay taxes with a smile"
> I tried, but they want money.
ginevrachiara2010@libero.it 24 Ott 2015 18:37
Il giorno lunedì 28 settembre 2015 11:16:58 UTC+2, DOMACCIA ha scritto:
> Le colline sembravano ineluttabilmente velate
> - da uno strato di sabbia-
> in un ulteriore dimensione incontrollabile...
>
> Col primo sole
> (che suscita ombre azzurre come vene)
> pareva esserci
> un dilagamento nuovo:
> viaggiatori di quei deserti immobilizzati
> scoprivano- allora-realtà terribilmente materiali
> come se andassero a vederli in quel loro marcitoio,
> essi fiori miseri
> che il sole sbiancava
> - e in tutti quei loro letti inondati di acqua-
> In quella luce il suo corpo affranto
> ( col viso rovesciato verso l'ombra)avrebbe destato pietà
> come quello di un giustiziato:
> in quell'ispezione quasi subacquea
> ( tra tendenze sofistiche
> e errori di non causae
> e di ignoratio elenchi)
> ogni elemento le pareva
> crudelmente ragionevole
> -come fosse un qualche gesto
> -di agonia perfetta..
>
> DOMACCIA

Ciao DOMACCIA
bello scritto. Parli delle pescatrici di perle, che come cavie vivono il lato
oscuro. Capaci di aver ragione di ogni cosa. Tranne l'amore.

A rileggerti


(Lady) Ginevra
DOMACCIA 25 Ott 2015 13:04
Il giorno sabato 24 ottobre 2015 18:37:45 UTC+2, ginevrac...@libero.it ha
scritto:
> Il giorno lunedì 28 settembre 2015 11:16:58 UTC+2, DOMACCIA ha scritto:
>> Le colline sembravano ineluttabilmente velate
>> - da uno strato di sabbia-
>> in un ulteriore dimensione incontrollabile...
>>
>> Col primo sole
>> (che suscita ombre azzurre come vene)
>> pareva esserci
>> un dilagamento nuovo:
>> viaggiatori di quei deserti immobilizzati
>> scoprivano- allora-realtà terribilmente materiali
>> come se andassero a vederli in quel loro marcitoio,
>> essi fiori miseri
>> che il sole sbiancava
>> - e in tutti quei loro letti inondati di acqua-
>> In quella luce il suo corpo affranto
>> ( col viso rovesciato verso l'ombra)avrebbe destato pietà
>> come quello di un giustiziato:
>> in quell'ispezione quasi subacquea
>> ( tra tendenze sofistiche
>> e errori di non causae
>> e di ignoratio elenchi)
>> ogni elemento le pareva
>> crudelmente ragionevole
>> -come fosse un qualche gesto
>> -di agonia perfetta..
>>
>> DOMACCIA
>
> Ciao DOMACCIA
> bello scritto. Parli delle pescatrici di perle, che come cavie vivono il lato
oscuro. Capaci di aver ragione di ogni cosa. Tranne l'amore.



ma lo sai cara (Lady)Ginevra :-)) che le tue annotazioni mi pervengono con un
che di "poetico"'?, l'ntera frase mi pare riassuntiva in modo diverso dal solito
grazie apprezzo tanto quanto tu mi dici

a te un particolare caro saluto

ciao!!

DOMACCIA
>
> A rileggerti
>
>
> (Lady) Ginevra

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Scritti inediti e consigli per gli autori | Tutti i gruppi | it.arti.scrivere | Notizie e discussioni scrivere | Scrivere Mobile | Servizio di consultazione news.