Scritti inediti e consigli per gli autori
 

giornata da dimenticare alla svelta

hastridmodifica 10 Dic 2015 01:23
Una signora polacca ha cambiato casa.
Abitava in una villetta sul corso, ma improvvisamente ha dovuto scappare col
marito appresso perchè la casa aveva creato tanta muffa tutto d'un tratto.
Aveva piovuto di certo, ma se è per questo aveva piovuto altre volte però non
c'erano mai state neanche piccole avvisaglie di ciò che poi sarebbe accaduto.

Sono scappati tutti e due arrabbiati: prima tappa Polonia.

Poi sono tornati perchè a stare in Polonia dopo un pò ci si sente polacchi.

Una volta ritornati si sono dati da fare per cercare altra abitazione.
Hanno girato in lungo e in largo nonostante lui pesi 174 kg e con un solo
polmone.
Lui si innamorò della polacca vent'anni fa; s'era lasciato ingannare dai suoi
occhi azzurri ignorando che fosse un difetto. Lei ogni volta che era depressa si
alzava di buon mattino e andava a spendere i soldi di lui che ne faceva
abbastanza. Era depressa sovente. Non si capì mai dove era andato a parare il
loro rapporto, tant'è che una bella mattina si sono sposati perchè siccome lui
non era in buona salute con tutto quel peso, hanno pensato che fosse meglio
così.

Ma torniamo al dunque.
Trovano un terzo piano nella via principale, casa vecchia ma affascinante con
tutte quelle stanze enormi. Lei se ne innamora nonostante non vi sia ascensore
per lui. Quello è un dettaglio ignorato volutamente sia da lei che da lui. C'è
da ricordarsi che lui pesa 174kg ed ha un solo polmone.
Lui viene convinto da lei che quella casa è l'unica giusta e per sempre.

L'affitto è altissimo. Casa d'epoca, vista mare. Bella davvero.
Per lui è indifferente; una casa vale l'altra, l'importante è stare insieme a
lei fino all'ultimo respiro.

Ora abitano lì, e lei è ringiovanita, sorride a tutti. Lui invece fa una vita
di ******* perchè quando torna dal lavoro alle 14,15 deve salire tre rampe di
scale con i gradini alti d'un tempo. E allora cosa fa? Impiega ben due ore e
rotti ad arrivare all'uscio di casa. Lei lo sa e lo soccorre per le scale
accarezzandolo sulla testa e offrendogli una bottiglia di plastica tagliata a
metà per farlo ******* dentro perchè è veramente possibile che la debba fare
visto il tempo che trascorre per le scale. Gli sbottona la patta, impugna il
pene inerme e lo guida in quel sistema. Nessun inquilino li ha ancora visti
mentre compiono quella complicità.


Saluti a tutti.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Scritti inediti e consigli per gli autori | Tutti i gruppi | it.arti.scrivere | Notizie e discussioni scrivere | Scrivere Mobile | Servizio di consultazione news.