Scritti inediti e consigli per gli autori
 

non vi comprendo

hastridmodifica 10 Nov 2015 23:46
siete inquietanti quando non scrivete per giorni e giorni.

io non scrivo più perchè non ho nulla da dire, ed anche perchè sto scrivendo
un thriller che mi assorbe tutta e francamente non so più come andare avanti
perchè gli assassini sono 2 e tutti e due hanno ucciso lo stesso uomo nello
stesso momento. Me ne sono accorta rileggendo le trecentotre pagine tutto d'un
fiato. Siccome ho intenzione di farlo pubblicare dalla Mondadori, non credo
lasceranno correre questo disguido. Devo riparare questo guasto, ma è un bel
disturbo specialmente se considero che per questo thriller non ho più curato il
mio corpo, quindi peli da tutte le parti. Sulle gambe non mi crescono più come
un tempo, crescono radi ma se non li strappo con la ceretta possono arrivare
anche a misurare 3cm, non scherzo. Poi la menopausa ha dato il via alla crescita
di 4 peli sul mento che se non li tolgo con la pinzetta possono arrivare anche a
5cm, ho fatto la prova. Ecco, tutto questo trascurarsi per cosa? per un thriller
che non mi dà soddisfazioni perchè mi metto nella mente di chi lo può
leggere, perchè fosse per me andrebbe bene così.

Ho trascurato anche la casa, sono ingrassata e non ho il coraggio di pesarmi,
però me ne frego pure. Non l'ho scritto al pc, ma l'ho scritto con una
vecchissima macchina da scrivere che non ha neanche la marca perchè il tempo
l'ha corrosa, ma non è olivetti. Santo cielo. Sono depressa, credevo di non
entrarci più in questo tunnel carpale ed invece...non ero ancora pronta per
trascorrere giornate intere a scrivere con una macchina nera e non vedere più
nessuno.
I primi giorni sono stati stupendi con la trama in testa bella tosta che sapeva
dove andare a parare, poi dopo una settimana mentre mangiavo con golosità dei
crostini di pane con un pezzo di fontina mi sono ritrovata d'improvviso stupita
di tanta tristezza che mi copriva da capo a piedi. Avevo già perduto
l'entusiasmo, ma poi ho bevuto un bicchiere di vino rosso regalatomi nel 1990 a
Forlì per aver vinto un concorso. Avevo tenuto quella bottiglia senza identità
come un gioiello in una nicchia fatta apposta e me la sono fumata così,
stupidamente in un momento senza storia.

Ora dovrei decidere se bruciare i fogli e riprendere la vita di prima, oppure
continuare a soffrire di una sofferenza non ancora sperimentata in passato. Nel
frattempo sto un pò con voi anche se non ci siete.


Luciana.
Soviet_Mario 11 Nov 2015 19:24
Il 10/11/2015 23.46, hastridmodifica ha scritto:
> siete inquietanti quando non scrivete per giorni e giorni.
>
> io non scrivo più perchè non ho nulla da dire, ed anche perchè sto
scrivendo un thriller che mi assorbe tutta e francamente non so più come andare
avanti perchè gli assassini sono 2 e tutti e due hanno ucciso lo stesso uomo
nello stesso momento. Me ne sono accorta rileggendo le trecentotre pagine tutto
d'un fiato. Siccome ho intenzione di farlo pubblicare dalla Mondadori, non credo
lasceranno correre questo disguido. Devo riparare questo guasto, ma è un bel
disturbo specialmente se considero che per questo thriller non ho più curato il
mio corpo, quindi peli da tutte le parti. Sulle gambe non mi crescono più come
un tempo, crescono radi ma se non li strappo con la ceretta possono arrivare
anche a misurare 3cm, non scherzo. Poi la menopausa ha dato il via alla crescita
di 4 peli sul mento che se non li tolgo con la pinzetta possono arrivare anche a
5cm, ho fatto la prova. Ecco, tutto questo trascurarsi per cosa? per un thriller
che non mi dà soddisfazioni perchè mi metto nella ment
e di chi lo può leggere, perchè fosse per me andrebbe bene così.
>
> Ho trascurato anche la casa, sono ingrassata e non ho il coraggio di pesarmi,
però me ne frego pure. Non l'ho scritto al pc, ma l'ho scritto con una
vecchissima macchina da scrivere che non ha neanche la marca perchè il tempo
l'ha corrosa, ma non è olivetti. Santo cielo. Sono depressa, credevo di non
entrarci più in questo tunnel carpale ed invece...non ero ancora pronta per
trascorrere giornate intere a scrivere con una macchina nera e non vedere più
nessuno.
> I primi giorni sono stati stupendi con la trama in testa bella tosta che
sapeva dove andare a parare, poi dopo una settimana mentre mangiavo con
golosità dei crostini di pane con un pezzo di fontina mi sono ritrovata
d'improvviso stupita di tanta tristezza che mi copriva da capo a piedi. Avevo
già perduto l'entusiasmo, ma poi ho bevuto un bicchiere di vino rosso
regalatomi nel 1990 a Forlì per aver vinto un concorso. Avevo tenuto quella
bottiglia senza identità come un gioiello in una nicchia fatta apposta e me la
sono fumata così, stupidamente in un momento senza storia.
>
> Ora dovrei decidere se bruciare i fogli e riprendere la vita di prima, oppure
continuare a soffrire di una sofferenza non ancora sperimentata in passato. Nel
frattempo sto un pò con voi anche se non ci siete.
>

da retta : compra uno scanner, digitalizzali, passali
all'OCR, dopodiché brucia per prima la macchina da scrivere
e rimetti mano agli scritti in forma elettronica come tutti
i cristiani fanno ormai da un cinque lustri.

>
> Luciana.
>
>
>


--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
nik56 21 Nov 2015 17:40
hastridmodifica <hastrid28@gmail.com> ha scritto:

> siete inquietanti

Letto fin qui.

--
nik56


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Scritti inediti e consigli per gli autori | Tutti i gruppi | it.arti.scrivere | Notizie e discussioni scrivere | Scrivere Mobile | Servizio di consultazione news.