Scritti inediti e consigli per gli autori
 

*****olly

Soviet_Mario 31 Ott 2015 18:25
non so se oggi il destino, o chi per lui, aveva previsto che
schiattassi (in modo futile) e ho avuto una cavagna di fortuna.
Oppure era scritto (dove non so) che dovessi portare a casa
la pelle, e ho avuto una sfiga nera.

Perché non cado quasi mai.
E quando proprio devo, quasi sempre cado bene, al meglio
possibile, e riduco al minimo i danni.
In genere mi rialzo. Non mi sono mai rialzato prima dopo
cinque minuti cinque.
Ma oggi non avevo nemmeno acceso la parte di cervello
deputata alla ******* passiva, ero deconcentrato come
solo quando ci si convince di fare un lavoro poco rischioso.
Uno che comincia poco rischioso, e in teoria dovrebbe
proseguire per tale.
Poi pian piano, per far prima, gli elementi rischiosi si
sono infiltrati di soppiatto, per aggirare tante piccole
seccature e ritardi, accumulandosi fino a una soglia critica.
E poi : Pa-Pàn ! Cala il *****olly ! E puoi anche avere un
Full d'assi, ma quando scende il *****olly la mano la perdi.

Il tavolino con le morse (usato come supporto per montarci
sopra perché il trabattello non ci stava, c'era troppo da
spostare) forse aveva proprio quella gamba piegata. Forse,
non è detto, magari si è piegata nell'impatto. Sarebbe più
tipico del *****olly se non ci fosse nemmeno una spiegazione
plausibile. Proprio il buco più disagevole da raggiungere
doveva incontrare il proverbiale grano di ghiaia anomala,
così duro che sospetti di avere beccato l'armatura, proprio
sul percorso del buco.

Poi il tavolino ha beccheggiato, ruotando quasi come gli
oggetti roteanti di Gravity, lieve, soave, senza peso. Ci ho
impresso sopra senza capirlo un momento torcente bello
robusto, perché con un braccio spingevo il trapano e l'altro
tiravo sotto la trave.
Senza manco sospettarlo, sotto i piedi non c'era più niente,
e i piedi bizzarramente si dirigevano entrambi non verso il
pavimento, come sarebbe conveniente, ma verso il soffitto.
Stavo ruotando pure io in aria, e non avevo manco fatto
mente locale di dove mi trovassi, perché ero tranquillo. Ero
stato tranquillo sino a una frazione di secondo prima. Avevo
una mano discreta, e non lo sentivo arrivare. E invece salta
fuori che mi trovassi piazzato tra una mezza dozzina di
bidoncini e secchi gremiti di ritagli di tondo e di quadro
pieno, persino razze triangolari scalene. Tutti di diverse
lunghezze, assortiti da buoni sfridi, e tutti diretti lungo
le generatrici di un cono per bilanciare il peso e non far
cascare i bidoncini. Tante simpatiche raggiere di lance
stile trappole, come bocche di uccellini affamati.

Per puro istinto roteando in aria mi sono chiuso come un
riccio, senza sapere esattamente a quanti decimetri da terra
fossi, solo per non atterrare piatto o, peggio, inarcato
all'indietro.

Poi il taglio delle tavole della morsa si è praticamente
conficcato in mezzo alle costole, lato schiena dove sono
meno delicate (infatti forse non sono rotte ... si vedrà,
non sono un osso particolarmente piagnone, le costole).
Pur con maglietta e ben due felpe la pelle nell'urto si è
sfrisata lo stesso, non in modo provondo, ma in una zona
vasta, perché la pressione dell'impatto è stata potente.
Sono franato a terra come un pupazzo caduto su scogli tutti
diseguali, spaparanzato, una gamba qua, un braccio piegato
là, uno incastrato sbilenco. Boh, se non c'era sotto la
folla inferocita non mi facevo un ******* nemmeno stavolta, in
effetti.
Un tondo di ferro, mica piccolo, d. 12 mm, si è infilato nel
cappuccio della felpa dal retro, e non mi ha manco sfiorato
né collo ne nuca o altro, mi ha solo salutato di passaggio
mentre sfilava (non visto). Un altro ha ricavato un secondo
strappo a squadra nel pantalone, gamba destra, strisciando
sullo stivale ma inosservato sino a prima del tentativo di
stima preliminare dei danni.
LA caviglia sinistra, graziosamente protetta dai camperos di
cuoio, ha scontrato contro non so bene cosa, forse una razza
triangolare massiccia, e ha trovato il modo di far udire la
sua protesta persino mentre rantolavo senza manco riuscire a
concludere un quinto di respiro alla volta, con gli
intercostali che ad ogni click rispondevano ostinati :
l'applicazione non risponde. Non respirare prego, terminare
? Cercare informazioni in rete ?

E così per oggi ho abortito i lavori in sospeso, perché
oltre a respirare male, anche il dorsale destro è stirato
malamente e promana effluvi di cristi a ogni contrattazione.

Però a ben vedere, con solo qualche decimo di secondo di più
a richiudermi a riccio, probabilmente avrei potuto spezzarmi
la schiena in due.
Perché un arco dalla parte gobba, convessa, resiste bene,
mentre da quella concava non resiste sostanzialmente un ******* E
contemporaneamente potevo anche impalarmi nel
cranio o nelle vertebre cervicali senza manco essermene reso
conto.

Eh, lo so, non si scrive ******* in un pezzo ... tantomeno
oltre una mezza dozzina di volte, ma devo pur sublimare
l'in*****atura.

Quando si gioca il *****olly, c'è poco da fare. Sono ******* :
prendi e porti a casa così come lo manda. Quella mano non la
vinci manco con la scala reale massima di cuori

Perché no : non fa lo sconto.


--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
uniposta 1 Dic 2015 20:51
20:51 mar01dic2015 (vedi signature)[ri-modificata gio29gen2015]

https://groups.google.com/forum/#!topic/it.arti.scrivere/i9TNyG-cAus

Oh, finalmente l'ho ritrovato. Ce l'avevo io sul computer, poiché sul
sito https://sites.google.com/site/laneoscienza/ sembra sparito tutto.

Il tuo post mi ha ricordato questo orrendo testo
razional-meccanicista-scientista, tipo mente di Batman:

// \\ breve estratto del lunghissimo testo (febbraio 2014) // \\

- 10) È assurdo fare progetti per i prossimi 10 anni,
quando la morte può arrivare nei prossimi 10 minuti.

- 11) Il nostro pensiero è troppo lento ed è assurdo mettersi a
pensare, quando occorre agire istantaneamente per evitare una
catastrofe. Ecco il metodo che uso io. Prima che si verifichi
un incidente, anche se improbabile, stu***** metodi razionali per
risolverlo. Occorre naturalmente disporre di un multiprogramma,
altrimenti si sta tutto il giorno a ponzare e non si fa nulla di utile.
Trovata la soluzione, condiziono i miei istinti, affinché realizzino
automaticamente e istantaneamente la soluzione scelta. Questo
modo di affrontare i problemi mi ha salvato la vita molte volte.
1) Mi trovavo sulla cresta di un ghiacciaio senza corda né piccozza
e sono scivolato. In qualche centesimo di secondo mi sono girato per
aria di 180° come fanno i gatti ed ho piantato con tutta la forza la
punta degli scarponi nel ghiaccio: il baratro sotto i miei piedi era
di un centinaio di metri. 2) Quando un’automobile uscì improvvisamente
ignorando lo stop, non tentai neppure di frenare e spensi la mia
energia cinetica contro la portiera dell’automobile (cavalcavo una
moto di grossa cilindrata). 3) Un ragazzo vide un amico e attraversò
la strada con la propria bicicletta, senza curarsi del mio motoscooter
che stava arrivando a velocità elevata sul rettifilo. Allora non
esistevano ancora casco, tute protettrici ed altri marchingegni.
Per prima cosa trasferii tutta la mia forza nelle braccia e
sollevai i pugni chiusi all’altezza della testa: questa decisione
mi salvò ancora una volta la vita e me la cavai con
alcuni punti di sutura ed una leggera commozione cerebrale.

\\ // \\ // \\ // \\ // \\ // \\ // \\ // \\ // \\ // \\ // \\ //

_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-
<< Se la casa è dritta, è dritto anche il palo.
E' quel "Se" lì, che mi preoccupa >>
-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-
Bisonia fare lucce, non infilliamoci in
un pertuggio. Presto, acciendi la lucce
-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-

-=-=-

/> pre-signature
_____________________________________________________________=
io propongo vari tipi di cose, e chi legge sceglie. E in base
a quel che sceglie, e per cui si agita, si fa riconoscere </

--
uniposta* /associator synaesthete/ email su: *yahoo-it *gmail-com
//> paura walker e gioielleria http://postimg.org/image/9qsq0el5r/
//> io nel 2012-2013 (49anni) http://postimg.org/image/a6lwt0jof/
da lun08apr2013, di regola potro' esserci martedi', giovedi' e sabato

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Scritti inediti e consigli per gli autori | Tutti i gruppi | it.arti.scrivere | Notizie e discussioni scrivere | Scrivere Mobile | Servizio di consultazione news.